conferenza Sabine Eck Pergine 19 gennaio 2018

Venerdì 19 gennaio ore 20.30 Pergine – Auditorium Don Milani si è svolta la serata informativa “ESSERE MALATI o AVERE UNA MALATTIA: una sottile differenza” a cura della Dr.ssa Sabine Eck, medico esperta in medicina naturale con un’esperienza ambulatoriale di 30 anni.

Ci sono due fondamentali punti di vista da distinguere in ogni malattia: uno è oggettivo, valutato e definito in base al metodo scientifico vigente. L’altro è soggettivo ovvero, una visione più personale, individuale, interiore. Quando ci accostiamo ad una malattia bisogna sempre tener conto di questi poli: quello oggettivo e quello soggettivo, quello dell’avere e quello dell’essere, che solo in un primo momento ci appaiano opposti, ma che alla fine si completano come le due facce della stessa medaglia. L’arte medica ha il difficile compito di mettere questi poli nella giusta relazione a seconda del loro contesto.

Le Vaccinazioni di Massa

Roberto Gava
ED. Salus Infirmorum
Con il contributo scientifico e professionale di: Moira Andreani, Federico Balzola, Massimo Borghese, Saverio Crea, Ferdinando Donolato, Nadia Gatti, Giampaolo Giacomini, Susanna Mazzucchelli, Dario Miedico, Gabriele Milani, Stefano Montanari, Fabrizio Niglio, Nadia Picariello, Maurizio Proietti, Eugenio Serravalle, Claudio Simion, Paola Tataseo, Roberto Vecchione, Luca Ventaloro, Franco Verzella, Giulio Viganò, Associazione Vaccinare Informati, Coordinamento del Movimento Italiano per la Libertà di Vaccinazione (Comilva), Coordinamento Regionale Veneto per la Libertà delle Vaccinazioni (Corvelva), Coordinamento Nazionale Danneggiati da Vaccino (Condav)

I genitori che si chiedono se è veramente utile vaccinare i propri figli hanno difficoltà nel trovare informazioni esaurienti e obiettive, perché molto spesso non ritengono soddisfacente la comunicazione offerta dai Servizi Vaccinali delle ASL.
Infatti, è prassi comune:
– non informare che le vaccinazioni obbligatorie per Legge sono solo 4 (mentre si propone l’Esavalente che contiene 6 vaccini);
– negare i rischi gravi e sottovalutare la frequenza delle reazioni avverse;
– non dare notizia dell’esistenza di una Legge che riconosce un indennizzo ai danneggiati da vaccino;
– non ricordare che nel Veneto le vaccinazioni pediatriche non sono più obbligatorie e in molte Regioni il rifiuto a vaccinare è depenalizzato.
Molti genitori e operatori sanitari si chiedono se le patologie allergiche, autoimmunitarie, neurologiche e comportamentali, che in questi ultimi anni sono in costante aumento, abbiano un nesso e un rapporto di causalità con la pratica delle vaccinazioni di massa.
Negli USA si stima che 1 bambino su 6 presenti difficoltà di apprendimento, 1 su 9 asma bronchiale, 1 su 10 ADHD (sindrome da deficit di attenzione con iperattività), 1 su 88 comportamenti autistici, 1 su 450 diabete mellito insulino-dipendente.
In Italia non abbiamo nemmeno dati ufficiali: i danni da vaccini sono sottostimati e addirittura negati, mentre sono in netta crescita le denunce dei genitori che attribuiscono le patologie invalidanti dei loro figli ai vaccini eseguiti nei primi due anni di vita.
In controtendenza rispetto alle normative europee, nel nostro Paese permane l’obbligo vaccinale e l’offerta di nuovi vaccini è in costante aumento, nonostante la totale assenza di studi scientifici a lungo termine indipendenti dall’Industria Farmaceutica che dimostrino sia l’utilità sia l’innocuità di queste vaccinazioni nei Paesi industrializzati….
acquista

Vaccini e Bambini. La prova evidente del danno

David Kirby
Macro edizioni
Sono davvero pericolosi i vaccini per i nostri bambini?

Quali sono gli effetti dei metalli pesanti sulla loro salute?
Negli anni Novanta i casi di autismo registrati tra i bambini americani hanno avuto un’impennata, passando da uno ogni 10.000 nel 1987 alla scioccante incidenza, oggi, di uno ogni 100.
Questo trend coincide con l’introduzione nel programma vaccinale nazionale di numerosi nuovi vaccini, somministrati contemporaneamente e quasi subito dopo la nascita o nei primi mesi di vita.
In molte di queste dosi è presente un eccipiente poco conosciuto chiamato thimerosal, che contiene una certa quantità di mercurio e di alluminio.
Questo libro studia e approfondisce questa preoccupante situazione, che ha indotto molti genitori, medici, pubblici ufficiali ed educatori a parlare di una vera e propria epidemia e dei bambini che ne sono colpiti.
Seguendo le vicende di diverse famiglie, David Kirby racconta la loro battaglia per capire come e perché i loro figli, nati sani, sono scivolati nel silenzio e si sono perduti in disturbi di comportamento che spesso provocano anche patologie fisiche.
Vaccini e Bambini pone interrogativi importanti, rivela ostacoli e difficoltà impensabili che persone disperate si sono trovate ad affrontare; persone che hanno scelto di opporsi all’intreccio di potere tra governo federale, enti sanitari e giganti farmaceutici.
Dagli incontri segreti tra FDA, CDC e ditte farmaceutiche, alla misteriosa clausola inserita nel 2002 nel testo della legge sulla sicurezza interna, che vieta cause giudiziarie sulla questione del thimerosal, fino alle audizioni pubbliche davanti al Congresso, questo libro mostra un establishment medico deciso a negare la prova del danno che potrebbe confermare il legame tra l’autismo e il thimerosal nei vaccini.
Quest’opera mostra un establishment medico deciso a negare le prove che potrebbero confermare il legame tra l’autismo e la sommistrazione dei vaccini
acquista
altro link 1

altro link 2